Shaka Header

14/15 5 2015

Come previsto io,nerone,valerio,mario,emanuele,michela,silvia, Francesca e Davide abbiamo fatto assistenza al camposcuola.

inoltro il resoconto di Mario Tomei che mi sembra significativo delle due giornate.

RELAZIONE CAMPO SCUOLA 2015 

L'avventura speleo dei ragazzi dell'IIS Aldo Moro inizia venerdì 15 maggio, con il prezioso supporto di Fabio, Orlandi, Gianluca Iacoangeli,  Marco Federici,  Salvatore Di Bartolo. Del GSCAI Roma,  Gabriele Catoni e Angelo Nerone dello Shaka Zulu di Subiaco. 
I ragazzi devono affrontare le terribili strettoie di una grotta molto antica. Accompagnati in treo gruppo da 9 gli studenti del campo scuola vinceranno le.loro paure con l'ausilio e la grande professionalità dimostrata dagli amici speleo. Lo stupore misto ad auto gratificazione regna sui volti dei ragazzi all'uscita della grotta. La mattinata scorre fangosa,  spensierata, e colma di entusiasmo. Ora li aspetta la.parete per l'arrampicata libera e le progressioni su corda. Nel pomeriggio ci raggiungono anche Valerio Callaringi, Francesca e Silvia dello Shaka Zulu e Alessandro Luciano ed Ilaria Gioia del GSCAI Roma.. Ora non c'è più spazio alla paura. La vertigine non è paura di cadere,  ma voglia di volare. Questa bellissima frase di Jovanotti viene riportata dal sottoscritto ai timorosi dell'altezza.  Salvatore prima, Gabriele, il sottoscritto,  Francesca ed Alessandro poi supportano e guidano i miei studenti nel volo su corda, mentre Valerio con paziente dedizione segue un gruppo nell'arrampica. La.giornata finisce tra lo stupore e la.gioia dei ragazzi sempre più motivati ed entusiasti.  Si rientra stanchi ma ubriachi di soddisfazione in ostello, ci aspetta la traversata del piccolo inferniglio e dell'inferniglio il giorno dopo.
Sabato mattina appuntamento alla mola.vecchia sotto Jenne ci aspettano,  Cristian Bulli Daniele Dragoni, Massimo Todari,  Raffaella Mazzeo,  Judit,  Laura Bernardi, Amanda Piersanti,  Andrea D'alfonsi,  Marco Colantoni,  Emanuele Denver, Mario Cetorelli, Michela Foffo,  Davide, Angelo Nerone,  e l'ubiquitario Gabriele Catoni inizia l'avventura speleo. Angelo Nerone insieme.a Max, Raffaella, Michela, Gianluca, Fabio, Andrea e Davide guidano il primo dei tre gruppi nella traversata del piccolo inferniglio. Angelo prima di entrare inizia i miei ragazzi con decorazioni di fango sul viso. Ora possono entrare, madre terra è pronta ad accogliere i provetti esploratori. Io, Cristian, Emanuele,  Gabriele, con la muta li attendiamo all'uscita del budello all'inferniglio con le due Laure e Amanda. Eccoli escono in simbiosi con fango e stupore. Troppo figo professò, da paura...... Questa è la frase più usata all'uscita del l'inquietante strettoie. Ora li aspetta la gita in canotto nei laghi dei sinonimi dell'inferniglio. Daniele, Marco,  Alessandro e Ilaria istruiscono nel frattempo altri discenti sulle tecniche di progressione su corda. La giornata scorre,  felice, fangosa e bagnata tra lo stupore e sguardi di concitata ammirazione,  mai spenta negli occhi dei miei ragazzi. Una due giorni stupenda. Ecco ora i mostri e le paure ataviche degli adolescenti hanno cambiato forma e sostanza, ora sono. Evolute in coraggio,  vittorie personali,   gratificazione  autostima e senso di appartenenza. Un progetto ( NATURA MAESTRA), patrocinato dal MIUR e dall' UE partito come un sogno che poteva realizzarsi solo con l'aiuto di gruppi speleo motivati, goliardici e di elevata professionalità ( GSS Magliano Sabina, GSCAI Roma Shaca Zulu Subiaco (Roma ).

 

Joomla templates by a4joomla